Incominciava ad abituarsi alle asperità del suo volto, alla malattia del suo sguardo, alla sua parola sottintesa. Riconosceva la singolarità della sua voce come un quadro di Caravaggio, il lignaggio delle sue curve, la lenta attesa della bellezza di una decomposizione appena ritardata.

(Mostra sul Male, Stupinigi, 30 aprile 2005 h 12)

Annunci

11 risposte a “

  1. Ciao. Niente da dire. Solo ciao. 🙂

  2. …certo io l’avrei detto con parole diverse, ma fa lo stesso…

    😉

  3. La plumbea erettilità dell’eloquio scritto richiama chiasmi di interiorità delegata

  4. …in effetti non ricordo più come sono finita nel tuo blog…una volta qui mi è sembrato un pò inutile farti i complimenti per il tuo ‘stile’. E così ho decio di non farlo.

    Sere.

  5. Ho dato una seconda occhiata al tuo blog. Boh…bravo! fanculo! mi piace ciò che scrivi! (E non credere che questo mi faccia piacere…)
    saluti.

    franco

  6. La sua decomposizione componeva una perfezione austera, maligna, che il lignaggio delle curve appena mascherava. La volgare verità di ogni parola stampata in faccia come un neo inequivocabile, definitivo…

    Avrebbe voluto che il suo volto sottintendesse un’anima

    (Nel massacro delle contraddizioni togliere spessore alle parole)

    Ciò che era non gli apparteneva che nello specchio…

    Diotima
    (leggendo di passaggio)

  7. ommadonna sààààà con l asHento che ORRRoRe!!!!(nota la L senza alopostrofo)!!!!miraccomando!!

  8. Giantropomorfos

    ma chi è che corregge?
    chi non fa errori scagli la prima pietra!

  9. Sa. Senza accento.

  10. la malattia di uno sguardo che sà…che patinoso ma acceso osserva..

  11. Sembra.
    Ma non ci si abitua mai veramente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...