UNA COSA DETTA A VOCE

l’altro giorno parlavo con una persona molto vicina (credo fosse a un metro di distanza da me), che mi diceva “sembra che se non hai scritto quella cosa sul blog non l’hai vissuta”. questa persona, tra l’altro non ha un blog, quindi è persona esterna, più lucida, fuori dal rapporto col blog. era proprio quello che avevo sulla punta della lingua e che pensavo ma non dicevo… mi basta sapere questo per non essere schiavo.

è una bella liberazione sapere che quel che scrivo qui è perché lo VOGLIO scrivere e non perché lo DEVO scrivere…

non è nemmeno vero che il mondo del blog non esista. esiste, e influenza. ma è come i sogni. è lo stesso linguaggio o qualcosa di simile al sogno. sì, credo che il blog funzioni come un sogno. e le visite, gli latri personaggi degli altri blog sono tutte figure ancestrali, sono spiritelli, diavoletti, angioletti, figure di cartapesta, piscine, stanze, porte, esattamente come nei sogni. solo che qui sul blog il processo è inverso: prima tu sogni e poi conosci la persona “dal vivo”; nella vita conosci prima una persona e poi la sogni. o così si crede. perché poi ti accorgi che invece il discorso viaggia in due sensi nella vita e nei blog (nei sogni). puoi sognare una persona e poi incontrarla, può succedere di tutto. dietro (davanti di fianco sopra sotto), resta sempre il desiderio.

ma non chiuderò questo blog. anzi. continuerò a scrivere. i sogni buoni e gli incubi sono la stessa cosa allo specchio… quando il blog si trasforma in un incubo so che ridiventa un sogno buono.

continuate pertanto a venire, folletti, demoni, principesse e nuovi dei: vi accoglierò tutti e ci sarà spazio, e non dovremo neppure stringerci e comunque ci stringeremo…

Buona festa a tutti, miei cari Giantropomorfi!

Annunci

5 risposte a “

  1. io sono sicuramente un folletto… borico. Ho voglia di vederti. Un abbracCina

  2. immaginificazione.

    a presto

  3. Ma guarda che caso, il mio ultimo post è una canzone dedicata alla cyberfamiglia… anche se mi sfugge il concetto di “sembra che se non hai scritto quella cosa sul blog non l’hai vissuta”. Per il resto condivido, ma non ho ancora deciso se sono un folletto, un angioletto o un diavoletto o quant’altro. Credo che la scelta stia a te e alle tue percezioni, che alle mie ci penso io… E’ una delle cose di cui dovremo parlare quando avremo le nostre dieci ore di tempo da spendere in crescita personale (in sintesi chiacchierare). Magari di notte in spiaggia, che mi piace tanto.
    Buonanotte giocoliere.

  4. aranciacaramellata

    eccolo. eccoci.sentiamoci.
    L

  5. Felice non chiusura di blog a lei, mio caro connaturato..
    Muxu, D. : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...