IL CIBO FRESCO E IL CONGELATORE

______________________________________

mi ricordo di te, vagamente,

sei quella che non dice mai niente

e tutto si dovrebbe risolvere

con la storia del serpente

mi ricordo di te, pressapoco,

sei quella che dice è solo un gioco

ma se poi non rispetto le regole

mi tocca la condanna a morte

mi ricordo di te, all’incirca,

sei quella che è salita sull’arca

per fare con l’ultimo uomo

la stirpe dei senza-sesso

mi ricordo di te lo stesso

anche se cerchi la trasparenza

ma non nel senso di parlare,

no, nel senso di non trapelare

niente alla luce, nessun colore

come le cose invisibili

ma così perdi me, il mondo

non ti resta che il quadrato

da farci il solitario con le carte,

e non usare la scusa dell’arte,

che non attacca,

gli artisti soffrono vivono amano

mangiano tutto fresco

e non conoscono il congelatore

————

(nel pomeriggio)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...