IL POSTO DELLE COSE

mentre molti sono alla disperata ricerca del posto fisso, io dai posti fissi me ne vado, e sono alla ricerca del posto variabile perenne. quarant’anni con le stesse facce, gli stessi culi, rimmel, voci sgradevoli… vuoi mettere cambiare ogni giorno, respirare ogni volta una città diversa, un sorriso irripetibile, un’impressione? imparare ad accorgersi che non c’è niente di stabile, che la natura è trasformazione, e il sogno impasta le cose, e gli ingredienti li sai solo tu.


 

bardonecchia, circo olimpico, adesso (mentre fuori "il vento ti sputa in faccia la neve", e il Faber spala con le spalle leggere…)

Annunci

Una risposta a “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...