LA BOCCA-ESTINTORE


 
“ho il fuoco nelle mutande, ho il fuoco nelle mutande!”
“chiamate un pompiere”
“ma no, ci vuole un pompino!”
“ma così, non nascerà il bambino”
“non disperdere il seme nell’ambiente”
“usare le bocche per la raccolta differenziata”
“lo sperma dei poliziotti va separato dallo sperma degli artisti”
“ho il fuoco alla bocca, ho il fuoco alla bocca!”
“come? hai una figa in bocca?”
“esatto, ho il fuoco alla bocca!”
“mi piace perché ci intendiamo alla perfezione”
“esatto, togliti il maglione”
“e tu togliti le mutande, che il fuoco se no come te lo spengo?”
“sì, ma non spegnere la luce, se no non ti vedo”
“è vero, voi maschi non siete tattili, se non vedete non sentite”
“è vero, voi femmine se non spegnete rischiate di godere troppo
ed esplodere,
mi ricordo una donna che non spense la luce
e oltre a godere
mi vide anche
e vide il mio volto illuminato
perché sorridevo nel vederla godere. fu così che scoppiò
come la rana
come il nero nei quadri di Pollock”
“sei il solito citazionista”
“e tu la solita qualunquista”
“ti amo”
“ti amo”
 


 

bardonecchia, circo olimpico, adesso (primo verso rubato a Sun-ji)

Annunci

2 risposte a “

  1. bellissima questa!!!

  2. mi è piaciuto il vostro modo (dialogatori) di dire ti amo tra la bocca ed un pò più in basso 🙂
    io ci lascio una striscia di parole nel mezzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...