CONTRALTO NOTTE

–    ma come fai ad ingannare la notte? la notte non s’inganna, al massimo si danna.

–    io comunque non vado a nanna

–    mi manca la nonna.

–    e a me la ninna nanna della mamma

–    potrei cantartela io

–    lei non la cantava, lei me la portava

–    ti portava la ninnananna?

–    sì, insieme a un bicchiere di latte

–    e com’era il bicchiere?

–    il bicchiere aveva il colore del latte, opaco

–    e il latte?

–    il latte aveva il colore del vetro, trasparente

–    e la gente, la gente com’era?

–    la gente non c’era, la mamma era a scuola, e io imparavo da solo

–    io non imparavo niente

–    io credevo di sapere tutto

–    io pensavo di essere brutto

–    io di essere triste

–    io di essere stupida

–    io di essere allegra

–    io di essere sincera

–    io di essere inventata

–    mi mancano le canzoni di una volta

–    mi manca quella volta

–    mi manchi

–    mi manchi

–    troviamoci al solito posto solita ora

–    perdiamoci al solito posto solita ora

–    non verrò

–    neanch’io

–    non penso più a niente

–    penso a tutto

–    ma come fai a ingannare la notte?

–    non pensando a niente, fuorchè la notte

–    io penso a tutto, ma non riesco a pensare alla notte

–    di notte è impossibile non pensare alla notte

–    e se facessimo l’amore?

–    anziché fare notte?

–    esattamente

–    non si può fare l’amore esatto, l’amore è sempre sbagliato

–    l’amore è sempre giusto perché necessario

–    come l’aria

–    come il latte

–    e se facessimo l’amore?

–    anziché prenderci a schiaffi?

–    anziché vomitare?

–    anziché nascere crescere morire?

–    e se facessimo finta di fare finta e facessimo sul serio?

–    l’amore non può essere serio

–    ti devi divertire, certo

–    l’amore fa soffrire

–    l’amore, la notte

–    il giorno, l’odio

–    l’amore non è il contrario dell’odio

–    ogni amore ha dentro un odio

–    non tutti gli odi serbano un amore

–    io ho in serbo un segreto

–    se mi dici che lo hai in serbo non è già più un segreto

–    io non ho più nessun segreto

–    a me ne resta uno

–    quale?

–    non so se posso dirlo, me l’ha detto la notte e ho promesso di non dirlo

–    la notte non parla, e non ascolta promesse

–    allora te lo dico

–    non m’interessa più, ora che vuoi dirmelo

–    e io te lo voglio dire

–    e io voglio morire

–    era questo il mio segreto

–    ma ora non è più segreto

–    ma una cosa può essere nascosta, anche se non è più segreta

–    andiamo insieme a seppellire questa cosa

–    andiamo insieme a seppellire la notte

–    poi, aspettiamo che faccia giorno

–    che liberazione

–    che liberazione

–    la prima notte senza notte

–    un giorno lungo tutto sè stesso, senza più interruzioni

–    e il sonno?

–    non ci pensare, se ci sarà solo il giorno, non avrai mai sonno?

–    e l’amore? l’amore si fa la notte ricordi, il giorno sta con l’odio

–    si farà l’amore di giorno

–    ma se c’è solo il giorno non mi mancherà la notte

–    e non ci sarà più desiderio

–    e senza desiderio, nessun amore

–    e senza nessun amore, solo una lunga, inconfondibile notte

–    e senza confusione, nessun dialogo, nessun significato, nessuna parola

–    e senza alcuna parola, nessun suono, nessun orecchio, nessun occhio a decifrare

–    e senza segni, nessun linguaggio, nessun amore

–    possiamo andare

–    possiamo venire

–    possiamo perderci

–    possiamo ritrovarci

–    mi viene da vomitare

–    non puoi avere nausea, non c’è nausea se c’è solo il giorno senza la notte

–    non  ho nausea perché non c’è niente da mangiare se non c’è la notte

–    e se non c’è la notte non esiste il genere, né il sesso, né io né tu

–    e se non esisto non parlo

–    e se non esisto non muoio

–    e se non esisto non ci sono

–    e se non esisto sono morto

–    e se non esisto non sono mai nato

–    ho notte, ho tanta notte

–    ho giorno, ho molto giorno

–    abbracciamoci e facciamo l’alba

–    abbracciamoci, e tramontiamo

–    hai ragione, non si può ingannare il giorno e la notte

–    non si può, per fortuna, non si può

–    andiamo a svegliarci

–    andiamo a dormire


a casa, adesso

Annunci

2 risposte a “

  1. ¡Cuidado!: ogni odio ha dentro un amore..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...