QUI SAS

chissà se sarai abbastanza folle da capire, o resterai lucida per non capire i miei segnali così oscuri e per questo talmente evidenti. come scriverti tutto questo, per esempio. chissà se penserai che milioni di persone portano lo scialle nel tuo modo, o hanno le mani lunghe nervose, chissà se penserai che è normale avere una faccia che ride e una risata che piange. il giorno che scoprirai il mio desiderio avrò così freddo che niente più mi coprirà: camminerò nudo in pieno inverno, e tu mi caccerai con un dito dal paradiso dell’ignoranza, quel giorno in cui avrai capito tutto, e non ci sarà più mistero sulla terra. sapere è un inferno, e l’ignoranza una beata palude: io sto nel mezzo.


torino casa adesso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...