planimetrie

 

quando non ti ho più vista

a metà corridoio

ingoiata

da chissà quale porta, o svista

dell’immaginazione

quando non ti ho più vista

mi sono dato alla considerazione

di elementi minori quali

il colore dei pavimenti

l’altezza dei soffitti

l’abbattimento di qualche muro

tra la quarta e la quinta stanza

del castello

com’era bello

avere solo una stanza

senza muri né porte

o corridoi per scomparire

quando non ti ho più vista

mi sono sentito morire, e poi ridere

alle spalle da chissà quale

oggetto dell’arredamento,

mi sono sentito vivere

passando

tra i resti dell’appartamento

le tue ditate sui vetri le scarpe nell’angolo,

cercando

un’estetica del sentimento


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...