Romanzo in venti versi

Romanzo in venti versi

 

 

C’era un tuo capello sopra il mio romanzo:

lungo, flesso, verticale

come un segnalibro separava

la terza pagina dalla quinta

mentre io leggevo l’inserto femminile

allegato al giornale

cercando di trovare un volto conosciuto

tra le pagine dell’alta moda

C’era un tuo discorso sopra la mia pelle

ricettacolo di parole come Tienimi alla giusta

vicinanza

C’era anche un mio discorso che

mi sono scrollato di dosso

cercando di lasciare il tuo

attaccato alle mie spalle

mentre l’accendino non c’era verso

di accenderlo

e la scintilla scattava a vuoto,

non c’era verso di fumare

a meno di non scendere in strada

 

 

 

maggionovembre 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...