* *

 

* *

 

 

Ho d’intorno profumi di catrame

appena posato, fumante

la mia bocca di scandinavo trapiantato

nei porti del sud, ho sudore

sulla fronte, vento alle narici,

il colore della pelle che svernicia

dopo i soli di agosto.

Ho paura di perdere il posto

e ritrovarlo dove non mi conosco,

non temo la catena di montaggio

anche se non riesco mai

a ricostruire l’ordine della storia,

e il mio corpo non ha memoria:

sono nato solo oggi

e stasera sarò vecchio.

Ho d’intorno l’odore del ferro minerario,

sulla pelle il sapore

dei posti mai visitati,

sulle spalle il peso dell’aria

piena di sale, i vestiti bagnati

gli occhi strizzati

per eccesso, nell’aria, di umidità.

 

* *

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...