° ° °

° ° °

aspettavi con le ciglia sul fiume

gettando una canna da pesca senz’amo

per vedere cosa poteva salire

dall’immaginazione

– tu che hai giudicato sempre

la stupidità e l’ignoranza

e mai la sofferenza –

camminavi tra un palazzo e l’altro

senza impiego di fune,

il fumo dei comignoli sputava

nuvole rosa e conigli volanti

che ripiombavano sulla strada

rimbalzando sui parabrezza disidratati,

era l’ebbrezza dei pomeriggi

consumati a fare niente

a sostituire un incenso dopo l’altro

a incensarti di tristezza e commiserazione

a incendiarti di bellezza e partecipazione

emotiva al combustionarsi del sottile bastone

all’aroma di the verde o di cannella

 

(ancora da rileggere)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...