una lunga notte partigiana

una lunga notte partigiana

 

  

Fu una lunga notte partigiana,

l’aria era salata, tu dormivi già

nel sacco a pelo ricamato con i miei

capelli, una notte accatastata

di materassi e filosofia

polvere azzurra d’intonaco ceduto,

ma la politica non ama l’amore

così noi ci andavamo a nascondere

dietro i palchi dei comizi

dietro i muri degli sgabuzzini

a far pratica d’ideologia sulla pelle.

Fu una lunga estate partigiana,

fatta di scioperi d’amore perché tu

eri lontana e io manifestavo

il dubbio se usare

la mano destra o quella sinistra,

ci amavamo a distanza di secoli

e Marx Calvino Dostoewskij

dormivano nel sacco a pelo

mentre noi cambiavamo il mondo

scambiandoci la nostra moneta

liquida, creando disfacendo barricate

sul nostro primo maggio

 

ott /dic 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...