I CRATERI BIANCHI DELL’ETNA

I crateri bianchi dell’Etna

 

 

Il primo verso in testa mentre apro la porta di casa,

le buste della spesa lasciate a terra in cucina

per andare subito a scrivere

come correre al cesso,

e non è un caso che qualcuno unisse

creatività e cratere:

scrivere di te, cadere

sui bordi dei crateri bianchi dell’Etna quando nevica

l’inferno, il giallo, e il rosso che

si uniscono a zafferano,

un unico risotto che gira nella bocca del vulcano

per tutti gli ospiti che ho avuto nella vita:

servire caldo, c’è chi gradisce una pioggia

di parmigiano, chi lo ama più al dente,

ma quando sei mio ospite puoi lamentarti della cena

e mai del fatto che non ti amo.

 

febb 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...