La distanza dalla Luna

La distanza dalla Luna

 

 

Se ti avessi dato retta a quest’ora

sarei già maestro di corte sulla Luna:

porterei storie ai passanti del pianeta Volta,

che amano di finali aperti e avventure di mare.

Dicono che il loro mondo sia più grande

cento volte della Terra, e l’acqua non esiste

se non sotto forma di ghiaccio.

Se ti avessi preso in parola

a quest’ora tu saresti il mio racconto

preferito: gli abitanti di Rayuela

formerebbero un cerchio per ascoltare

una storia di letti e lenzuola. Dicono che

il loro mondo esista solo in verticale, e non è dato

il riposo se non sotto forma di cammino.

“Ma in un percorso retto nell’universo

prima o poi ritorni a casa”, mi ha detto un giorno

un abitante di Aurora. Ti aspettavo nella folla

tra i giganti di Maxima Lucento e gli sguardi viola

dei musicanti di Andromeda, venuti qui

a deporre ogni strumento per sentirti cantare.

 

21mar2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...