ARTICHOKES

carciofo pantone

ARTICHOKES

___________

Ho lasciato la mia impronta

digitale sul pomello della porta

d’ingresso, avevo messo dell’olio

sul dito per ungere

la padella e farti bella con indosso

una crêpe ai carciofi che scendesse

dalla bocca alla gola

come un bambino quando prende lo scivolo

e scende, quasi dovesse conficcarsi

nel terreno a talpa e perforare l’erba e poi

dopo la terra verde vestita la terra grigia nuda

a divorare le profondità

passando per i polmoni a soffietto che raffreddano

l’umore del sottosuolo, fino a esplorare

lo stomaco e in basso il sesso e diventato adulto

arrivare alla tua stanza, leggere le tue impronte

digitali come uno Sherlock Holmes atomico

sostenere sillogismi ed equazioni per risolvere

il delitto della polvere buttata sotto il divano-

letto, Ti chiedo scusa, non l’ho fatto apposta,

non so come mi è finita lì sotto.

Non è vero, lo ammetto, é che odio

pulire, a parte il mio corpo e togliere

le spine ai carciofi. Con la coda del piede hai chiuso

la porta d’ingresso,

hai aperto le gambe a scivolo e dalla testa

sono sceso giù che c’era aria di tempesta

e di divertimento. Dai gusci rotti

delle uova cadute

il bianco si mischiava al rosso

tra le righe del pavimento.

_______________

24/25mar2015

Annunci

Una risposta a “ARTICHOKES

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...