È arrivato l’arrotino

ARROT

È arrivato l’arrotino

_______________

Toglimi la brutta piega che prende

questo mattino, non toccare il ferro

da stiro, che nessuno ci vede per casa

e possiamo girare

nudi e imprevedibili

fino a vestirci di sorpresa,

strato dopo strato

arrivando a toccare

il soffitto con la punta delle dita.

Toglimi il sorriso

automatico dalle labbra,

inducimi in tentazione

di scoprirmi vulnerabile

e di umana specie.

La cinciallegra ha preso casa a due

passi da noi, e i figli dei vicini

lanciano briciole sul nostro balcone.

Ho lasciato che arrivassero

le formiche argentine, i tuoi occhi d’oro

e i capelli azzurrati da un pensiero di partenze

e cambi di lavoro, le mie mani

infarinate sopra il cedro in cucina.

Nella nebbia che si scioglie

schiuma la voce dell’arrotino.

Non abbiamo niente che sia rotto,

ma lo lasciamo entrare

perché controlli

lo stato dei coltelli.

__________

ott’15

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...