“Come fanno gli hipster a mangiare un panino con il rosso dell’uovo crudo che gli cola senza sporcarsi la siepe”?

emconibaschema1

Retina. Coloured scanning electron micrograph (SEM) of rods (yellow) and cones (green) in the retina of the eye. The outer nuclear layer is purple. Magnification x1800 when printed at 10 centimetres wide.

“Come fanno gli hipster a mangiare un panino con il rosso dell’uovo crudo che gli cola senza sporcarsi la siepe”?

________________________

Quella parte di te che ti avvicina a me

(o più ci allontana)

nonostante le differenze,

io l’acustica tu l’elettronica

tu i lirici io i caustici

(o viceversa).

Quelle note volutamente sbagliate

alla Monk, venute fuori per caso

da un pianoforte malaccordato,

tu che mi chiedi Come fanno gli hipster

a mangiare un panino con il rosso dell’uovo

crudo che gli cola senza sporcarsi la siepe,

io che mi chiedo Come fai a mangiare

il pancake chattando e nel frattempo

pettinandoti la curva e programmando

ogni minimo dettaglio per il passato.

Quella porta che né aperta né chiusa

manda spiragli di gente che se ne esce ed

entra un guinzaglio a lisca di pesce

da cui pende un cane dalla zampa di metallo,

che quando se ne va la luce

per un cortocircuito sento l’affanno

del muso sul collo ma il padrone

lo rassicura, Adesso tornerà la luce,

mentre io e te finalmente ci possiamo

amare, al buio, nell’altrui imbarazzo

dei coni e bastoncelli,

nella nostra soddisfazione

di non dovere dire per forza qualcosa

di intelligente che faccia impressione all’altro

ma nemmeno qualcosa di stupido

per non mostrarci privi di spirito.

Ci bastiamo a noi stessi, così lasciando il tavolo

con i soldi del conto, senza attendere che tornino i lampioni

in strada nel quartiere, camminiamo a memoria

guidandoci per mano, senza che nessuno dei due

conosca la disposizione dei bidoni o dei cartelli,

eppure non sbattiamo contro niente, E’ la fortuna

dei dilettanti, ci diciamo.

Basterebbe una sola, una disattenzione

a rovinare tutto, ma siccome siamo a dire il vero

due professionisti, facciamo in modo

che non accada, e ancora senza una chiara mappa visiva,

soli al mondo, schivando al pelo i musi

delle auto a lisca di pesce sul marciapiede,

la secchezza di certi escrementi e le buche fresche

dell’asfalto, dentro una notte rosso liquido,

tra barbe immense che a malapena attraversiamo,

mentre i palazzi si diradano, e scendono in statura e dimensione,

e prendono la forma della casa a schiera in una via laterale,

a qualche uscio, senza sapere se mio, tuo,

o ancora di nessuno dei due, noi ci avviciniamo.

__________________

7nov’15

Annunci

Una risposta a ““Come fanno gli hipster a mangiare un panino con il rosso dell’uovo crudo che gli cola senza sporcarsi la siepe”?

  1. … e si scrive davvero da queste parti.
    Viva!

    (quei palazzi che scendono in statura e dimensione… fantastico!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...