Les animaux vivants

 

Les animaux vivants
________________
Ti ho già detto che impazzisco
per i corvi e le cornacchie
che passando da Belleville
bevono un sorso alle Folies
e fanno il pelo all’acqua
lungo il canale Saint Martin
fino a posarsi sopra all’idea
di una collina a Buttes-Chaumont,
e che stringerti piano nella notte dentro il parco
fino a sentirmi morire da quanto posso sentirti
non mi fa più paura
del suo occhio di vetro
e le sue piume deliranti di colore
nelle stagioni romantiche
quando eccessive il mattino dopo
le ritrovi distese lungo il viale?
Spazzatori di foglie,
mangiatori di passi
con la tuta terrestre
intorno al lago artificiale,
ci potremmo prendere una doccia
attraverso la cascata senza cadere
nella trappola del siccome
abbiamo condiviso la nudità
allora è chiaro che ci conosciamo.
Occorre almeno che ci prendiamo
un caffè dove si era detto
e decidiamo insieme un itinerario
nella città invernale. Eviterei all’inizio
le strade con gli addobbi più vistosi
e mi concentrerei su quei vicoli
dove senza preavviso appare
da una finestra bassa un presepe
o un albero addobbato
accanto a un’uscita di sicurezza.
Poi andremo a visitare le vetrine
più costose, ci porteremo via
quel manichino nudo nell’angolo,
lo vestiremo con le piume raccolte nel parco.
E se dovessimo incontrarlo,
ricordami di ringraziare l’orso
che ci ha rifatto
il letto questa mattina.

______
19-20nov15

 

 

 

Annunci

2 risposte a “Les animaux vivants

  1. (pure con un punto di troppo.)

  2. scrivi da Dio.
    Ecco. L’ho.detto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...