Chi ha fame di storie non aspetti che qualcuno cucini

 

Davies alla salute!
Chi ha fame di storie non aspetti che qualcuno cucini
________________

 

Era quel restare svegli
per mezzo di una luce artificiale
un parlare per parlare
perché il silenzio era peggio,
non interessava a nessuno dei due
proseguire la conversazione
e se fosse stato buio nella stanza
avrebbero dormito accanto come le piante
o i bicchieri avanzati
sull’orlo del tavolo.

Non avevano niente da dirsi e continuavano a parlare
solo perché avevano paura del buio
e nel buio, dopo l’abitudine degli occhi,
di vedere delle ombre nella non-luce
e attraverso le figure che formano
gli abiti sparsi sulle sedie
ritrovare qualche spettro dell’amore passato?

La paura più temuta non era altro
che la sagoma del gatto
o la cornacchia da appartamento
ultima arrivata nella lista dei famigliari.

C’è anche il caso che avessero
molto da darsi.
Ma le parole non erano nelle loro corde.
C’è chi non ama le marionette e preferisce il cinema
o la rivoluzione.
Forse si esprimevano con gli stappi di bottiglia, o chissà,
con le unghie premute sul muro o sulla tovaglia,
unghie premute sul verde tra croupier e scommettitore,
oppure preferivano ascoltare la bottiglia di Nebbiolo,
i racconti di bassa langa, la nebbia in campagna che diventa mattino.

Era quel restare svegli nonostante il sonno,
a tutti i costi, aspettando che qualcosa succedesse,
che per lo meno uno dei due cedesse, fosse anche al sonno,
così da decretare un vinto e un vincitore,
definire chi aveva fatto la prima mossa, per dovere di cronaca
e onestà della storia, e proseguire nei modi che si confacevano
a un inizio così diverso fuori dai canoni.

__________
14-15 dic’15

__________
photo Davies Zambotti, “Alla salute!”PhotoProject Portraits © 2015, all rights reserved
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...