Archivi tag: in utero

storia di F

storia di F

 

 

Per lungo tempo ricorderò

quel bagno caldo, la mano

aperta che si teneva il petto

riunendo i seni al centro

come una ferita rimarginata.

Per tutto il tempo ho seguito

le forme del corpo sotto l’acqua

provando a indovinare

la provenienza di ogni arto muscolo nervo

e quale avo me l’avesse tramandato

in una fiaba orale

di sangue e d’acqua.

 

 

 

Annunci

come mi prendi

 

 

da dietro

davanti

frontale laterale animale

per i capelli

per la lingua

per i pori

per il cervello

di lato

con forza

facilmente

con difficoltà

con tatto

annusando

da sopra

da lontano

da vicino

con ritmo

con la musica

nuda

con le mutandine

semitrasparenti

la canottierina viola

il fiore sulle labbra

mi prendi

ebbro

lucido

fumato

come un dannato

come un sopravvissuto

mi prendi muto

mi prendi in parola

a casa

a scuola

nei giorni di tristezza

nei giorni dei panni stesi al sole

in mezzo al bucato

alla francese

alla pakistana

cento volte al mese

come una puttana

come una libellula

come un’eucarestia

mi prendi in carestia

in mancanza di senso

nel clitoride

in fondo

mi prendi al centro

mi prendi all’ombelico

mi prendi nel mondo

nella culla

nella noia

nella bambagia

nella gioia

in salamoia

tra le pesche e il vino

la sera al mattino

nei sogni nei discorsi

mi prendi nei trascorsi

alla brasiliana

mi prendi in rima lontana

alla lontana

mi prendi per un’altra e per me

mi prendi per te

 

come mi prendi