Archivi tag: le recensioni di giantropomorfo

sbucciarsi un libro fa bene e fa male

ho capito perché da un po’ di tempo non leggevo più per ore senza fermarmi, passando in quell’altro mondo senza rimpiangere questo per un po’ e dispiacendomi quando dovevo staccarmi e tornare a questo mondo perché non potevo più stare in quel mondo, l’ho capito leggendo un libro come non mi capitava da tempo, e lo so che sto usando troppo la parola tempo e altre ripetizioni, ma è un libro sul tempo, ogni libro è sul tempo, ma questo lo è di più: Molto forte, incredibilmente vicino non è solo il titolo del libro che si riferisce alla storia del libro, ma al rapporto tra me lettore e quel libro, o meglio tra me che sono proprio io che leggo ora quel libro, non un lettore generico. poi poco fa mentre ero in pausa libro e sbucciavo una mela dei contadini mi sono accorto di tagliarla senza pensarci proprio come le tagliava mio padre, e se non ci stavo attento lasciavo pure la righetta fastidiosa quella vicino al seme che poi se mangi il buco maltagliato ti resta tra i denti e occorre il filo interdentale: quando mio padre mi sbucciava le mele me le passava sempre col buco e io mi infastidivo e gli chiedevo di togliermi il buco, o meglio, di togliermi lo spazio intorno al buco, dal momento che non si può togliere un buco, ma solo coprirlo, o allargarlo.