Archivi tag: tales

秋葉原 akihabara

Akihabara Tokyo
______
秋葉原
akihabara
_________
 
 
?
 
resteremo sempre
esultanti e inadeguati
di fronte alla vita e alla morte
davanti a questo vetro
con la fila di bambole appese
da afferrare con il gancio
in una sala
giochi
giapponese
 
?
 
___________
 
apr-sett017
Annunci

Le capriole

woodmanfeelseries

_______

Le capriole
_________
 
 
Ci sono certe giornate
con tutto in mano
e il giornale tenuto
sopra la testa a non leggere
le notizie
ma nemmeno a riparararsi
dalla grandine
 
(per quanto faccia male
la grandine si scioglie
l’ematoma si scioglie
l’atomo si scinde
in propositivo e negativo).
 
E quando torni a casa
poggi la testa sul divano
come se fosse la mano di dio
o anche solo quella
di un anziano che ti cresceva
e ti vedeva crescere tanti
anni fa.
 
Poi quando arriva la telefonata
ammicchi e rinfacci
d’ambo le parti
cinquine di baci
tombole di riconquista.
 
Ma l’amore non è
una continua provocazione
o l’arte di proseguire la guerra
con altri mezzi.
 
Lasci gli oggetti dove stanno
non sposti niente nella stanza:
tutto rimane
a terra come dopo un furto
o una battaglia.
 
Dormi in profondità
sopra un fondale,
tonnellate d’acqua ti ricoprono
come mille coperte
una sull’altra.
 
E tu ci fai le capriole
mentre senti che tutto ti è leggero,
una frase letta veloce
senza tornarci sopra
una seconda volta
e che rimane dentro
al risveglio
per tutta la giornata.
 
 
_________
photo: Francesca Woodman, Untitled, da Eel series, Roma, 1977-78, stampa
texture: gianlucamoro, milano16sett17
 

Esordire con dolcezza

giallo coc
______________________
Esordire con dolcezza
______________________
 
 
 
 
S’azzuffano due vespe
(lottano danzano fanno l’amore)
nel mezzo dell’asfalto,
senza rumore, zuppe d’acqua,
ne resta una
a terra
l’altra vola
accanto
i piedi di una coppia che
si bacia dalla testa ai piedi.
 
Al centro dello scivolo
sbuca una tortorella.
Sotto lo scivolo qualcuno
in cerca di buchi da seta.
 
L’inflazione è data stabile, quasi
stagnazione, dicono al giornale
radio
passa la hit dell’estate
e niente rimane
tranne
odore di zolfo dai tombini,
le spazzature si fanno cuscini e poi
colline, montagne da scalare
per i giochi dei bambini.
 
Attendiamo per l’inverno
l’arrivo dei netturbini.
 
 
________________________________
torino-milano:11-13 settembre ‘017
 
 
photoGiallomoro (all rights almost reserved or shy)
texture by Giallomoro on giantropomorfo
(all rights almost reserved or brilliant)